Tu sei qui

Bonus docenti e "chiamata diretta", la legge 107/15 perde i pezzi

Bacheca sindacale: 
Contenuto in: 
Emittente: 
FLC-CGIL Scuola
Data di emissione: 
28/06/2018

Bonus docenti e “chiamata diretta”  -  accolte le modifiche alla legge 107/15 del Sindacato

 

Attraverso la contrattazione continua la nostra operazione di modifica degli aspetti più deleteri della legge 107/15.

La settimana si è infatti aperta con la sottoscrizione tra Ministero dell’Istruzione e sindacati scuola di due testi importanti:

l’Intesa sul bonus docenti, cioè sui criteri per la ripartizione delle risorse finalizzate alla valorizzazione professionale dei docenti (senza distinzione fra docenti di ruolo e precari)
l’Ipotesi di CCNI per l’assegnazione del personale docente dall’ambito alla scuola.

Il primo accordo prevede di ripartire le risorse per il bonus utilizzando come parametro la dotazione organica del personale docente di ogni scuola e non più, come finora avvenuto, il solo numero dei posti coperti da personale di ruolo. Tale ripartizione, operante già per il corrente anno scolastico, avverrà sull’80% delle disponibilità, mentre per il rimanente 20% si terrà conto dei fattori di complessità e di esposizione a rischio educativo. A tali criteri si atterrà il MIUR nella predisposizione del relativo decreto ministeriale.

Il secondo accordo individua una procedura trasparente e oggettiva grazie alla quale gli Uffici scolastici territoriali procederanno ad individuare i docenti titolari di ambito territoriale da assegnare alle scuole in base alle loro richieste ed al loro punteggio della mobilità. L’accordo raggiunto si estende anche ai neoimmessi in ruolo con analoghe procedure.

Il 26 giugno, invece, è ripresa la trattativa sulla mobilità annuale (assegnazioni provvisorie ed Utilizzazioni), ferma da quasi un mese.

Cordialmente

Luigi Nunziata

AllegatoDimensione
PDF icon intesa-sindacati-miur67.45 KB
PDF icon ipotesi ccni passaggio 340.53 KB

Sito realizzato dal Prof. Germano Zurlo su modello della comunità di pratica Porte Aperte sul Web, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.